Alessandro Del Piero vince a Los Angeles con la cucina italiana multiregionale N10 – ristorante del piero los angeles

Tutto quello che c’è da sapere su N10, il ristorante multiregionale di cucina italiana a Los Angeles da talentuosi italiani con la passione per l’ospitalità e la convivialità. Ovviamente capitan Del Piero fa da apripista!

Stai guardando: ristorante del piero los angeles

Se vuoi segnare molto, devi essere in una squadra vincente. Questo è un concetto ben noto al leggendario capitano del calcio Alessandro Del Piero, che ha chiamato lo chef Luigi Fineo per creare il cucina per il suo ristorante di Los Angeles, N10. Fineo, uno chef della regione italiana della Puglia, conta su uno staff di cucina proveniente da tutta la penisola italiana, che culmina in un livello di ospitalità davvero sincero. N10 offre un menu multiregionale e stagionale in uno spazio moderno con un’atmosfera intima e calda, caratterizzato da una sala da pranzo interna/esterna di recente apertura, diventata subito dopo una destinazione culinaria da provare.

Icona del calcio Alessandro Del Piero potrebbe non essere lui stesso uno chef professionista, ma sa cos’è l’autentica cucina italiana. Viaggiando in tutto il mondo e guidato dalla sua passione per il cibo squisito, è sempre alla ricerca dei migliori ingredienti e combinazioni di sapori. Basandosi sulla sua visione e creatività personali, Del Piero ha creato un luogo invitante con un’atmosfera e un’estetica eccezionali, dove le persone possono riunirsi e divertirsi.

Del Piero, lo chef Fineo e tutto il team di N10 hanno ha appena segnato un nuovo traguardo: N10 ha ricevuto il premio Due Forchette Tricolore dalla guida Top Italian Restaurants del Gambero Rosso, che premia le eccellenze italiane nel mondo. L’altra sera, Alessandro Del Piero ha ricevuto il premio alla cerimonia di presentazione del TIR 2020 a Los Angeles e ha condiviso con orgoglio il momento prezioso sul suo account Instagram: “Le Due Forchette Tricolore del Gambero Rosso mi rendono particolarmente orgoglioso del viaggio N10 a Los Angeles”.

E dietro a tutti i fantastici piatti, c’è l’amore e l’esperienza dello chef Luigi Fineo. È stato un vero piacere conoscerlo; potevi quasi sentire le note di calore nella sua voce – con alti e bassi in crescendo, cambiamenti di inflessione in base all’argomento. Sempre genuino, sempre entusiasta.

Da dove nasce la tua passione per la cucina?

“Sono figlio di ristoratori. Mio padre ha cenato per oltre 40 anni a Gioia Del Colle in Puglia. L’ho visto lavorare in tutti questi anni e ho preso da lui la stessa passione. Essendo il più giovane di cinque, ho ricordi profondamente vividi di noi che ci riunivamo nel retro per fare i compiti per la scuola. Quello che faccio oggi è una continuazione di quello che gli ho visto fare da quando sono nato. Il ristorante è la mia casa; è il mio posto – è dove mi sento bene”.

Dopo gli studi presso la rinomata scuola di cucina Castellana Grotte e alcune esperienze in Toscana – con grandi nomi e chef stellati come Francesco Berardinelli e Karl Baumgartner – Luigi ha deciso di si trasferisce negli Stati Uniti, nonostante non sapesse una parola di inglese. Questo è un tipo di coraggio particolare per gli italiani: rispondere a quella chiamata a esplorare l’ignoto, indipendentemente dalle circostanze. Luigi era – ed è tuttora – mosso da quel forte desiderio, nel profondo delle sue vene, di condividere la sua passione per la tradizionale cucina italiana e il suo amore per lo spirito di aggregazione sociale che ha preso da secoli intorno ai tavoli delle cucine di tutta Italia.

See also  Come togliere l'amaro alle olive nere? - come togliere l'amaro alle olive

Perché hai deciso di trasferirti a Los Angeles?

“Da bambino viaggiavo molto con la mia famiglia in tutta Europa. Volevo raggiungere gli Stati Uniti, per vedere con i miei occhi quello che avevamo visto in tv o al cinema. Il mio obiettivo era New York, ma avevo già amici a Los Angeles, quindi ho iniziato lì. Allora era impossibile allontanarsi! Ho trovato tante somiglianze tra L.A. e la mia regione natale, la Puglia, dal tempo al mare. Sono un autentico pugliese; Non potrei vivere senza il sole e il mare. A Los Angeles, ho scoperto che le mie radici italiane si sono adattate allo stile americano.”

La sua passione e il suo talento hanno dato i loro frutti. Mentre lavorava come Executive Chef presso La Botte Ristorante a Santa Monica, nel 2008, Luigi ha guadagnato al ristorante la prima stella Michelin in assoluto per due anni consecutivi, diventando così lo chef più giovane degli Stati Uniti ad essere insignito di un tale onore.

I tuoi sentimenti su questo incredibile obiettivo? Qual è stato il piatto che ti ha portato le stelle Michelin?

“Sì, è stato davvero fantastico; Avevo 25 anni, lavoravo così tanto, ma non avrei mai pensato di vincere una stella Michelin – e poi due! Questo è qualcosa di cui sono così orgoglioso, anche per tutti gli italiani qui. Penso che la differenza l’abbia fatta il mio Risotto al Pesto di Gamberi, Burrata e Erba Cipollina. Il risotto è un classico italiano che richiede abilità e, soprattutto, tempo. Sono abbastanza sicuro che le nuove generazioni di chef non siano istruite molto bene su fare il risotto e le dinamiche dell’ospitalità siano cambiate; le persone non hanno tempo per aspettare 20 minuti – hanno solo bisogno di mangiare – e magari fare una foto per il loro Instagram e scappare”.

La vita professionale di Luigi è proseguita a ritmo incessante mentre lui ha raccolto una serie di esperienze di alto livello da luoghi di fama internazionale come The French Laundry e Bouchon Beverly Hills. In qualità di Chef de Cuisine presso l’Andrea Restaurant di Newport Beach all’interno del The Resort at Pelican Hill, Fineo è stato insignito della più alta onorificenza di Four Stars dalla Forbes Travel Guide. Ogni esperienza gli ha insegnato qualcosa, ma essere l’executive chef del Rivabella Ristorante, al fianco dell’eminente chef italiano Gino Angelini, è stato davvero impagabile.

Qual ​​è il tuo ricordo più forte di lavorare con lo chef Angelini, un ex allievo dell’icona italiana Gualtiero Marchesi? Cosa hai imparato da lui?

“Quello che non dimenticherò mai è il suo gusto. Lo chef Angelini non ha bisogno di libri di cucina o bilancia; va a memoria. Cucina senza riferimenti scritti; segue solo il suo gusto. Quindi lavorare con lui è stata un’esperienza straordinaria. Imparare giorno per giorno è un tale onore. Siamo ancora amici, ovviamente; ci teniamo in contatto.”

Con un tale bagaglio di esperienze e la forte voglia di essere indipendente, Luigi ha deciso di diventare uno chef imprenditore: “Devi evolvere. Al giorno d’oggi, gli chef non sono solo attaccati ai fornelli, ma devono anche essere davanti al ristorante con i clienti”. Nel 2015 Fineo ha co-fondato il Landmarks Restaurant Group e ha aperto l’Osteria Venice West, situata nel cuore di Venice Beach. Poi, un paio d’anni dopo, Landmarks Restaurant Group ha aperto Luigi Al Teatro a Santa Monica, un raffinato ristorante di pesce italiano. “Quei 4 anni sono stati un’esperienza fantastica: riportare la mia cucina dalle mie origini pugliesi alla California.”

See also  [NEW] NIDI AL FORNO | nidi di spaghetti al forno - Verified

Il 2019 è stato l’anno che ha segnato un cambiamento: Luigi ha incontrato l’icona del calcio più celebre d’Italia, Alessandro Del Piero. Si sono collegati immediatamente, condividendo una spinta reciproca per l’eccellenza e l’amore per l’autentica cucina italiana. Luigi è stato invitato a prendere il timone del ristorante Alessandro’s West Hollywood e nell’autunno del 2019 ha lanciato N10 con uno spazio rinnovato e un menu curato da Luigi, che ora funge da capo chef del locale amato dalle celebrità.

< p>Raccontaci di più del tuo rapporto con il mito che è Alessandro Del Piero.

“Alessandro Del Piero è un autentico ambasciatore dello stile di vita italiano. Quando viaggio per il mondo, anche in Giappone, tutti conoscono Lamborghini, Ferrari, Gucci e Del Piero. Sono così orgoglioso di lavorare per lui; mi ha subito conquistato con il suo atteggiamento: molto internazionale, ma sempre così italiano nel cuore. È una persona molto umile e modesta; Non me lo aspettavo da un’icona del genere. Il suo approccio molto concreto è fondamentale; vuole che mi prenda cura di ogni dettaglio, senza essere affatto prepotente. Vuole essere informato su tutto, anche se mi lascia la totale libertà di agire. Anche se non è uno chef, il suo supporto è molto importante perché è un ottimo ricercatore e discutiamo molto di nuove idee. È molto impegnato; puoi contattarlo ovunque si trovi, ogni volta che ne hai bisogno. Non è solo un fondatore; questo ristorante lo riflette davvero come persona. Alessandro Del Piero è sicuramente il capitano di questa squadra e ha la capacità di mettere ogni membro della squadra nella giusta posizione.”

Aperto tutta la settimana alle 18, inizia la tua piacevole serata al N10 con un aperitivo , uno Spritz e una pizza. Quindi, goditi il ​​delizioso menu italiano multiregionale. Lo chef Fineo ha messo insieme straordinarie opzioni di menu per la cena che si collocano perfettamente tra la cucina tradizionale italiana e la cucina contemporanea, e supportate da un’ottima carta dei vini. Qui vengono utilizzati solo i migliori ingredienti: prodotti importati dall’Italia o prodotti locali: pane, pasta, ricotta, mascarpone e burro sono tutti fatti in casa dal team di Luigi.

Per favore, guidaci attraverso il tuo menu e spiega le tue mosse.

“Abbiamo un menu stagionale, che cambiamo ogni volta che ne abbiamo bisogno, per offrire i migliori prodotti freschi disponibili. Oltre alla pizza, la gente ama la pasta, come i Cavatelli e le Orecchiette Maritati con calamari, ceci e salvia, o le Pappardelle con brasato di agnello, pesca e pistacchio. Un altro ottimo piatto sono i Pici al Cartoccio con branzino, finocchi e pomodorini: quando si apre l’involucro il profumo del mare va alla deriva. Altro piatto molto apprezzato sono i Tortellini Modenesi in brodo al Lambrusco – molto tradizionalisti.”

See also  Abbinare alla perfezione vino e pizza: 10 etichette da provare

Che tipo di persone vengono a N10?

“I clienti sono 90% americano; sono molto ben istruiti, la maggior parte di loro è già stata in Italia almeno una volta e vengono qui per vivere l’esperienza ancora una volta. Il miglior complimento per me è quando un americano dice che mangiare al N10 è come essere in Italia: ogni forchettata deve trasportare il cliente nella mia terra natale. Le persone sono ora aperte a provare tutto ciò che viene dalla nostra cucina tradizionale; sono pronti ad ampliare i loro orizzonti. Offriamo puccia e panzerotto – e a loro piacciono molto! 15 anni fa non sarebbe successo. Ormai tutti pazzi per puccia e panzerotto!”

A tavola trovi focaccia e < strong>taralli – tutti fatti in casa seguendo le ricette tradizionali. E se chiedessero Parmigiano sulla pasta ai frutti di mare?

“Beh, cerchiamo di ignorare la richiesta… ma se lo fanno insisti, speriamo che ordinino almeno una bottiglia di vino costosa!”


Vedi ulteriori informazioni relative al contenuto ristorante del piero los angeles

The BEST Pasta in Los Angeles! Le Petit Paris

  • Fonte di informazioni: Michael Liu
  • Data di pubblicazione: 2016-12-06
  • Rating: 4 ⭐ ( 1986 Rating )
  • Abbina risultati di ricerca: Pates Flambees A La Truffe Dans Sa Meule De Parmesan
    Flambeed truffle pasta in a parmesan cheese wheel
    https://www.yelp.com/biz/le-petit-paris-los-angeles-3

Gianluca Gazzoli racconta il selfie con LeBron James a Los Angeles: “Vi spiego com’è andata”

  • Fonte di informazioni: www.deejay.it
  • Rating: 3 ⭐ ( 9727 Rating )
  • Abbina risultati di ricerca: Il conduttore di Radio DEEJAY condivide le sue esperienze nella visita a Los Angeles, tra i Warner Studios e un momento da sogno nei palazzetti da basket: sui social impazza il selfie di Gianluca Gazzoli con LeBron James

Alessandro Del Piero, avete mai visto il suo ristorante a Los Angeles?

  • Fonte di informazioni: www.ricettasprint.it
  • Rating: 5 ⭐ ( 4183 Rating )
  • Abbina risultati di ricerca: Alessandro Del Piero dopo l’addio al calcio è diventato un vero e proprio business man avviando il suo primo ristorante…

Del Piero, nuovo ristorante a Los Angeles: inaugurato il N° 10

  • Fonte di informazioni: sport.sky.it
  • Rating: 4 ⭐ ( 3091 Rating )
  • Abbina risultati di ricerca: Leggi su Sky Sport l’articolo Del Piero, nuovo ristorante a Los Angeles: inaugurato il N° 10

N 10 di Alessandro Del Piero: com’è il ristorante dell’ex calciatore bianconero

  • Fonte di informazioni: www.gamberorosso.it
  • Rating: 5 ⭐ ( 4661 Rating )
  • Abbina risultati di ricerca: Da un paio d’anni, a Los Angeles, Alessandro Del Piero è diventato ristoratore con N 10, premiato di recente con le Due Forchette tricolore

Dove abita Alessandro Del Piero? La casa a Los Angeles

  • Fonte di informazioni: www.donnaglamour.it
  • Rating: 5 ⭐ ( 4542 Rating )
  • Abbina risultati di ricerca: La vita da “pensionato di lusso” di Alessandro Del Piero si svolge a Los Angeles, dove l’ex campione ha acquistato una lussuosa villa.

Del Piero premiato per il suo ristorante N10 a Los Angeles

  • Fonte di informazioni: initalia.virgilio.it
  • Rating: 4 ⭐ ( 6181 Rating )
  • Abbina risultati di ricerca: Il ristorante dell’ex calciatore ha ricevuto le Due Forchette tricolore della Top Italian Restaurants 2020 di Gambero Rosso

Vedi altri articoli in questa categoria: Ricetta