Isola Maggiore (Tuoro sul Trasimeno) – isola maggiore

Stai guardando: isola maggiore

Isola Maggiore, Lago Trasimeno, Umbria
< br/>Il Lago Trasimeno si trova a metà della penisola italiana – circa a metà strada tra Roma e Firenza – ed è generalmente considerato il quarto lago più grande del Paese con una superficie di 124 km2 e un perimetro di 50 km. Ci sono piste ciclabili e pedonali che seguono la riva del lago per chi fosse interessato ma, per noi, semplicemente non c’era il tempo a disposizione. Inoltre, avevamo bambini piccoli al seguito e la temperatura ambiente a metà estate a metà anno era stata di 30 gradi centigradi, e c’era un interesse più che sufficiente per la geografia, la storia e lo sviluppo sociale della popolazione locale per tenerci occupati per la settimana.
C’è anche di più – Il Lago Trasimeno è in Umbria con tutti quegli splendidi piaceri/immagini turistico/gastronomici tipici del lago e dei paesi e delle campagne circostanti. L’Italia al suo meglio.
Il Lago Trasimeno ha tre isole: Isola Polvese – la più grande con 70 ha – Isola Maggiore (l’unica con una popolazione permanente) 24 ha e Isola Minore – di proprietà privata – non aperta a Mario Rossi ( alias ‘Joe Public’). La storia del lago e delle isole abbraccia gli Etruschi, i Romani e gli Umbri – Ombri/Ombrii – uno degli antichi popoli italici che risalgono a &gt3000 anni. Furono i romani che alla fine dominarono, insediandosi e incorporando la regione nel loro impero più grande (come avrebbero fatto in gran parte dell’Europa del giorno).
La nostra seconda visita all’Isola Polvese: questa volta abbiamo preso il traghetto da Passignano. Ci siamo quasi persi anche noi, lasciando appena il tempo di trovare un posto dove parcheggiare vicino al capolinea ultimo a bordo per la barca di mezzogiorno. Ci sono voluti poco più di 20 minuti per attraversare l’isola. Dieci anni fa (abbiamo pensato) avevamo preso la traversata più lunga da Castiglione del Lago – stavamo nelle vicinanze per un lungo weekend.
Viaggi in traghetto brevi o più lunghi … l’isola sembrava più o meno la stessa di prima facile, amichevole, piccolo, confortevole con passeggiate per lo più ombreggiate intorno al perimetro dell’isola e attraverso il centro – molto da vedere – esperienza piacevole. Attraversiamo il centro dell’isola e il sentiero si inerpica, ma è comunque facile da percorrere e le distanze sono brevi. Il tuo circuito dovrebbe ammirare la statua di San Francesco che commemora la sua celebrazione della Quaresima sull’isola 800 anni fa. Poi passò Villa Guglielmi (“Castello Isabelle”), una splendida struttura d’epoca sconnessa risalente alla fine degli anni ’80 dell’Ottocento e costruita su/intorno a un convento e alla Chiesa di S. Francesco. Il posto è recintato e non si può entrare – con pannelli murali che descrivono i lavori di ristrutturazione intrapresi. Sfortunatamente, questo lavoro è stato abbandonato quando i soldi sono finiti nel 2010. Ora il posto è in vendita (e con esso ottieni four,25 ettari di terreno – il 20% dell’isola).
Sulla collina al centro dell’isola tra la Villa e il borgo/pontile si trova la Chiesa di San Michele Arcangelo. Si paga per entrare – per la conversazione/visita guidata che abbraccia gli affreschi e la storia dell’isola – tipicamente in italiano, ma anche in inglese (e offerto dalla guida quel pomeriggio quando ha imparato la nostra lingua). Interessante l’interno con alcune belle viste esterne sul lago.
Lasciate il tempo per girovagare per la lunga strada singola (By means of Guglielmi) nel paese – fila di case su entrambi i lati su pavimentazione di eight m, ben tenuta quasi elegante in aspetto e smentire la loro origine 14-15 ° secolo. Ristrutturato negli anni ’50. Quello che trovi, in contrasto con la terraferma, è una strada pedonale senza veicoli a motore: che differenza fa questo per l’atmosfera della comunità tranquillo e facile da vagare, stare in piedi ed esplorare. Qui si trovano il museo, la casa del Capitano, un paio di ristoranti/bar e un bagno pubblico.
Il museo offre uno spaccato del passato recente e lontano – foto, diagrammi e immagini – agricoltura, pesca e, al giorno d’oggi, turismo. Biglietti € two/cad – buon rapporto qualità-prezzo. La pesca ha dominato fino all’inizio del 20° secolo con la raccolta di carpe, lucci e tinche – verificate l’importanza del pesce/tecnologie/occupazione/sicurezza del lago e, nel contesto diretto, lo sforzo costante necessario per garantire acqua a sufficienza – per mantenere i livelli nel lago. L’antico porto insieme alle originarie strutture di livello/controllo del lago sono adiacenti al moderno molo.
Proprio one hundred anni fa, la moderna produzione di merletti è stata introdotta dall’Irlanda come impresa su piccola scala per aiutare a fornire occupazione per aumentare le industrie tradizionali in declino della terra/lacustre (e per rallentare la deriva dei giovani dall’isola) l’industria rimane con una manciata di merlettaie che vendono principalmente ai turisti di passaggio. Se sei fortunato, potresti trovare una o più merlettaie sedute fuori all’ombra di una casa, a testa bassa e che lavorano a maglia in silenzio. Il museo descrive il mestiere ed espone una raffinata selezione di indumenti.
E, non da ultimo, la zanzara malarica che è stata un problema perenne per coloro che vivevano vicino al lago fino alla metà del XX secolo, quando era effettivamente eradicato/controllato con una migliore comprensione della malattia/medicinali, drenaggio e uso giudizioso delle sostanze chimiche. Metà agosto 2019 e durante il nostro soggiorno non si sono verificati problemi evidenti di zanzare.
Guardando indietro … alcuni piacevoli ricordi di un’isola al centro della storia locale – ci siamo goduti il ​​piacere di esplorare – e questo, senza nemmeno prendere nella seconda guerra punica e nella battaglia del Lago Trasimeno che fu combattuta appena a nord dell’attuale sponda lacustre nella quale i Cartaginesi di Annibale sconfissero l’esercito romano nel 217 a.C. Semplicemente non abbiamo avuto il tempo per esplorare ulteriormente.
I ricordi di barche aperte, cieli sereni e alti e le coste lontane rimangono. Era agosto e l’Isola Maggiore e il Lago Trasimeno fornivano un luogo tranquillo/pacifico in cui apprezzare al meglio l’Umbria.

See also  Torta al limone senza burro e farina, sofficissima e con solo 150 calorie! - torte al limone senza burro

Peter Steele
18 marzo 2020


Vedi ulteriori informazioni relative al contenuto isola maggiore

” Music for sunset ” Isola Maggiore Perugia

  • Fonte di informazioni: Carla Caroli
  • Information di pubblicazione: 2011-08-01
  • Rating: four ⭐ ( 2078 Rating )
  • Abbina risultati di ricerca:

A boat trip to Isola Maggiore, Trasimeno Lake

  • Fonte di informazioni: www.villainumbria.weblog
  • Rating: five ⭐ ( 4941 Rating )
  • Abbina risultati di ricerca:

Isola Maggiore: visita l’isola con la nostra guida!

  • Fonte di informazioni: www.trasimenoland.com
  • Rating: four ⭐ ( 8508 Rating )
  • Abbina risultati di ricerca: Isola Maggiore è l’unica delle tre isole del Trasimeno ad essere abitata. Visitala seguendo la nostra breve guida! trasimenoland.com

isola borromeo lago maggiore

  • Fonte di informazioni: happynessnetwork.blogspot.com
  • Rating: four ⭐ ( 6973 Rating )
  • Abbina risultati di ricerca:

Isola Maggiore

  • Fonte di informazioni: trasimeno.ws
  • Rating: three ⭐ ( 7666 Rating )
  • Abbina risultati di ricerca:

Facebook

  • Fonte di informazioni: www.facebook.com
  • Rating: four ⭐ ( 7468 Rating )
  • Abbina risultati di ricerca:

Isola Bella

  • Fonte di informazioni: www.isoleborromee.it
  • Rating: five ⭐ ( 9373 Rating )
  • Abbina risultati di ricerca: Isola Bella is a treasure chest of Baroque art suspended more than the water. It is well-known all more than the planet also for its Italian-style garden.

Vedi altri articoli in questa categoria: Ricetta