La storia di Nellie Bly, che fingeva di essere pazza per entrare in un manicomio – nellie bly

Alla fine del 19° secolo, Nellie Bly ha assunto la crudeltà in un ospedale psichiatrico di New York. Per farlo, dovrebbe diventare matta.

Stai guardando: nellie bly

Il racconto emozionante della forse più audace impresa sotto copertura nella storia del giornalismo di una donna di nome Nellie Bly.

La storia di Nellie Bly, lo pseudonimo di una giovane giornalista di nome Elizabeth Cochran, è stato raccontato e raccontato da quando è entrata in scena nel 1887. E molto di questo ha a che fare con il suo resoconto di prima mano della sua vita in un manicomio.

Il periodo di Nellie Bly nella struttura non era necessariamente il modo in cui immaginava di farsi un nome. In effetti, è venuto solo dopo successivi fallimenti.

Pochi redattori di giornali di New York hanno preso sul serio Bly, tranne un potenziale editore del New York Globe, che ha sfidato Bly a impegnarsi in un manicomio per esporre le terribili condizioni al suo interno.

Nellie Bly era determinata ad avere successo, e lo fece con notevole facilità, in gran parte perché non ci volle molto perché i medici considerassero una donna “isterica” ​​nell’era vittoriana.

Nellie Bly finge follia

Nellie Bly Portrait

Nellie Bly ha colto l’incarico di editore per un mix di motivi personali e professionali. In primo luogo, vedeva il giornalismo come un dispositivo per realizzare un cambiamento sociale positivo e vedeva che il manicomio ne aveva bisogno. In secondo luogo, sapeva che se avesse svolto correttamente questo incarico, avrebbe consolidato la sua carriera di giornalista seria.

Bly scriveva editoriali e rubriche sull'”interesse delle donne” da un po’ di tempo, ma ha trovato i suoi limiti editoriali soffocanti. Non voleva più scrivere solo di motivi cinesi.

Anche l’ego di Bly ha avuto un ruolo nell’accettare il compito: la giornalista all’epoca aveva poco più di 20 anni ed era convenzionalmente attraente, e nel profondo sapeva che avrebbe potuto essere una specie di celebrità se avesse giocato bene le sue carte.

Il suo editore, nel frattempo, aveva i suoi dubbi. “Ho paura per quel tuo sorriso cronico”, l’avvertì. Bly ha risposto che non avrebbe più sorriso e si è diretta a casa per prepararsi per la sua missione. Trascorse quella sera contemplando i vari tropi di follia che conosceva (che erano pochi, in realtà) e si esercitava a fare smorfie davanti al suo specchio.

Bly alla fine decise che avrebbe adottato un approccio frammentario per entrare in manicomio, non commettendo un singolo atto “isterico”, ma compiendo una serie di piccoli passi che includevano visite a ospizi, ospedali e stazioni di polizia.

Così, ha indossato i suoi vestiti più stracciati e si è diretta alla ricerca di un ospizio dove potesse passare la notte. “Sono uscita per i miei pazzi affari”, ha scritto.

Quando Bly è arrivata alla pensione per donne che lavorano, ha visto un ambiente non dissimile da quello che l’avrebbe accolta al manicomio. La malattia dilagava tra i residenti estremamente poveri. Matrone fredde e lontane servivano cibo cattivo ai residenti tremanti. In un angolo sedeva una collezione di donne “nervose”.

Bly non era stata in pensione nemmeno un giorno intero prima di iniziare a recitare. La giovane giornalista ha deciso di mostrare la paranoia ed è stata così brava a farlo che la donna con cui avrebbe dovuto condividere una stanza ha rifiutato.

Invece, l’assistente matrona è rimasta con Bly, e Bly ha tenuto la sua recitazione per tutta la notte e fino al mattino successivo. Mentre la matrona dormiva, Bly si tenne sveglia pensando a come fosse arrivata a questo punto della sua carriera e immaginando cosa sarebbe successo se avesse portato a termine questo grande piano.

“Quella è stata la notte più bella della mia esistenza”, ha scritto, “Per alcune ore sono rimasta faccia a faccia con ‘io’!”

Il giorno successivo, la pensione aveva inviato Bly ai tribunali locali per una valutazione. Questa decisione è arrivata dopo che Bly ha convinto la direttrice della pensione che non sapeva bene chi fosse o da dove venisse, ma che temeva tutto e tutti e aveva perso il suo baule durante i suoi viaggi.

See also  Top 17 search results pizza bimby lievitazione 8 ore 2022

Come dice Bly, il suo giudice – un uomo gentile e anziano che ha deciso che sarebbe stato “buono con lei” perché “sembra mia sorella, che è morta” – ha ordinato a Bly di andare al Bellevue Hospital per una valutazione, dove probabilmente pensava che qualcuno l’avrebbe rivendicata.

Il primo gruppo di medici del Bellevue, che opera ancora oggi, pensava che Bly fosse drogato, in particolare belladonna. Prima ancora di chiedere a Bly come si sentiva, il set successivo l’ha accusata di essere una prostituta.

Quando arrivò all’unità di detenzione di Bellevue, Bly iniziò a sospettare che l’incompetenza dei professionisti medici l’avrebbe seguita fino alla fine del suo viaggio.

Ciò per cui Nellie Bly non si era preparata, tuttavia, era la crudeltà delle infermiere e la disperazione dei suoi compagni pazienti.

Creare e sostenere la follia

Newsboy

Nel corso delle successive settimane di permanenza di Nellie Bly al Bellevue, ha notato una visione coerente e problematica: se ricevi assistenza pubblica, sacrifichi la tua capacità di criticare la sua amministrazione.

In effetti, quando Bly esprimeva le sue preoccupazioni al personale del Bellevue, come cibo insufficiente, cibo avariato, coperte e lenzuola insufficienti per riscaldarsi, maltrattamenti e talvolta abusi fisici, le dicevano sempre che “le persone in beneficenza dovrebbero non aspettarti nulla e non dovresti lamentarti”.

Bly ha concluso che il sottofinanziamento era all’origine di questa miriade di problemi, al punto che il sottoinvestimento potrebbe persino produrre violenza. Mentre era a Bellevue, si convinse ancora di più del valore della sua missione, sperando che se ci fosse riuscita, sarebbe stato un argomento appassionato e convincente per maggiori investimenti nella salute pubblica.

E abbastanza presto, sembrò che Bly fosse sulla buona strada per il successo. Dopo aver convinto diversi cicli di medici della sua follia, Bly era in viaggio verso l’isola di Blackwell, dove sarebbe stata commessa. Dal resoconto di Bly, non ha dovuto fare molto perché i medici la bollassero come pazza, un prodotto, senza dubbio, di allora importanti diagnosi di isteria. In effetti, secondo Bly ha dovuto solo amplificare leggermente il suo senso di paranoia e apparente amnesia affinché i medici la spedissero in manicomio.

Bly ha osservato impotente mentre i medici diagnosticavano altre donne – che non erano lì in missione segreta – come “pazze”, quando in realtà erano tutte ragionevolmente sane. In effetti, la presunta “follia” di molti pazienti derivava dalle condizioni sociali.

In effetti, la maggior parte di queste donne erano immigrate che non parlavano bene l’inglese, o per niente, o avevano lavorato fino al punto di ammalarsi e sfinirsi. La malnutrizione, il freddo e gli abusi che hanno dovuto affrontare nel manicomio non hanno aiutato la loro guarigione.

Una giovane donna è morta mentre Bly era lì, come diretta conseguenza di abusi da parte del personale. Bly ha assistito spesso alle infermiere che picchiavano e soffocavano i pazienti e l’avrebbe detto ai dottori quando li vedeva. Nessuno le credette.

Il personale spesso drogava le donne con morfina e cloralio, soprattutto di notte per farle dormire.

Tutto questo ha iniziato a mettere a dura prova la visione di Bly della professione medica, così come la sua visione di se stessa. “Ho iniziato ad avere una considerazione minore per le capacità dei medici di quanto non avessi mai avuto prima, e una maggiore considerazione per me stessa”, ha scritto. Questo sentimento sarebbe rimasto con Bly per il resto della sua vita.

Ciò che è accaduto tra le mura di Blackwell ha alternativamente umiliato e inorridito Bly, che si trattasse del trattamento dei pazienti o dei pazienti stessi.

“Che cosa misteriosa è la follia”, ha scritto. “Ho osservato pazienti le cui labbra sono sigillate per sempre in un silenzio perpetuo. Vivono, respirano, mangiano la forma umana c’è, ma ciò che mancava, senza il quale il corpo può vivere, ma che non può esistere senza il corpo.

See also  Top 19 search results pop corn come si fanno 2022

Da parte sua, nota in particolare che una volta arrivata a Blackwell e iniziato a intervistare di nascosto i pazienti, non ha fatto alcun tentativo di continuare il suo atto di follia si comportava esattamente come faceva normalmente e aveva un rapporto decente con i medici – flirtando con almeno uno di loro, ma notando anche che i medici spesso flirtavano di più con le infermiere, di solito a scapito della salute dei loro pazienti.

Si è presto preoccupata del fatto che, nonostante il suo comportamento relativamente “normale”, i medici continuassero ad affermare che era “demenziale” e non vedevano alcuna speranza per lei di lasciare il manicomio.

Se non altro, la sua improvvisa coerenza ha fatto pensare ai medici che fosse ancora più instabile di quando era arrivata. Ma Bly sapeva che il suo tempo era quasi scaduto, poiché il suo editore si era assicurato il suo rilascio.

Presto, Nellie Bly sarebbe tornata alla sua “vita reale” per esporre ciò che aveva trovato. Ma cosa ne sarebbe stato, si chiese, delle donne di Blackwell che chiaramente non appartenevano a quel posto, ma non avevano modo di scappare?

Un pensiero forse ancora più terrificante: che ne sarebbe delle donne che erano malate di mente e non avevano altra scelta che rimanere in quell’inferno per il resto della loro vita naturale?

La follia colpisce la stampa

Clippings From Nellie Bly's Ten Days in a Mad House

Nellie Bly ha pubblicato la sua storia dopo il suo rilascio ed è diventata virale, nella misura in cui possono farlo le storie dei giornali.

Bly non ha interrotto i suoi sforzi quando la storia è stata pubblicata, tuttavia. Ha portato le sue scoperte in tribunale e ha chiesto che ispezionassero Blackwell Island da cima a fondo.

Ha accompagnato un’intera giuria al manicomio, ma poiché il manicomio aveva colto il vento della tempesta che Bly intendeva portare, gli amministratori si sono affrettati a ripulire il loro comportamento.

Quando Bly è arrivato, infatti, il personale aveva apportato miglioramenti all’aspetto fisico e ai servizi di ristorazione del manicomio. Hanno fatto un lavoro così accurato nel ripulire la loro recita che, con orrore di Bly, tutte le donne nell’unità di Bly erano inspiegabilmente scomparse. Alla domanda, le infermiere hanno persino negato che alcuni dei pazienti (per lo più quelli che non parlavano inglese) fossero mai esistiti.

Nonostante gli sforzi di rinnovamento dell’istituzione, Bly ha convinto la giuria e i vertici di Blackwell che il posto aveva bisogno di importanti riforme e i soldi per farlo. Ed è successo: l’istituto ha licenziato molte delle infermiere abiettamente crudeli, ha sostituito i medici incompetenti e la città di New York ha dato all’asilo $ 1.000.000 per attuare ulteriori riforme.

Ma ha fatto di più che forzare il cambiamento in un istituto psichiatrico ha anche ampliato le possibilità del giornalismo. A soli 23 anni, Nellie Bly ha aperto la strada a un nuovo stile di giornalismo investigativo, in cui ha prosperato per la maggior parte del decennio successivo.

Bly alla fine sposò un milionario con il doppio della sua età (che presto morì e le lasciò i suoi soldi e beni), tentò di ricreare Il giro del mondo in 80 giorni< di Jules Verne< /span> viaggio da sola (di cui ovviamente scrisse), e poi morì nel 1922 all’età di 57 anni, tra tutte le cose, di polmonite.

Bly è passata alla storia per il suo lavoro all’interno di Blackwell, e la verità è che nessun altro sarebbe stato in grado di farcela, ma non è necessariamente a causa della sua intrepidezza.

Se uno dei coetanei maschi di Bly avesse tentato di usare la follia come mezzo per entrare nel ruvido funzionamento interno dei manicomi, ad esempio, è improbabile che sarebbe andato lontano.

Dopotutto, la saggezza generale dell’epoca riteneva che gli uomini fossero sani di mente fino a prova contraria. Per quanto riguarda le donne, la professione medica dominata dagli uomini le considerava più isteriche che no, e quindi le donne dovevano “dimostrare” la loro sanità mentale in modi che gli uomini non avrebbero fatto.

See also  Torta salata con funghi, prosciutto cotto e scamorza affumicata - torta salata cotto e scamorza

Come ha scoperto Bly, questo è stato spesso uno sforzo infruttuoso. Se il suo editore maschio non le avesse assicurato la libertà, Bly pensò che potrebbe non aver mai lasciato il manicomio.

A un certo punto nel suo libro Dieci giorni in un manicomio, Bly parla a lungo delle porte di ogni stanza del reparto e di come infermiere li ha sempre bloccati. In caso di incendio, i pazienti sapevano che gli infermieri non sarebbero stati in grado di aprire ogni singola porta, e quindi alcuni sarebbero morti.

Quando le suppliche di Nellie Bly di bloccare solo le barriere sono cadute nel vuoto, ha scritto solennemente: “A meno che non ci sia un cambiamento, un giorno ci sarà una storia di orrore mai eguagliata”.

Ci si chiede, per coloro che non sono mai scappati da Blackwell, se forse ci fosse stato.

Dopo aver appreso di Nellie Bly e del suo audace reportage nei manicomi americani, continua a leggere su Frances Farmer, attrice tragica che è stata ricoverata involontariamente in un manicomio. Quindi, dai un’occhiata ad alcuni ritratti inquietanti di pazienti in manicomio vittoriano. Infine, entra in Bedlam, il noto orribile manicomio di Londra.


Vedi ulteriori informazioni relative al contenuto nellie bly

Nellie Bly: Pioneer of Undercover Journalism

alt

  • Fonte di informazioni: Biographics
  • Data di pubblicazione: 2018-02-05
  • Rating: 4 ⭐ ( 5519 Rating )
  • Abbina risultati di ricerca: She put herself in danger in the pursuit of a good story. She uncovered wrongs committed in society. She traveled around the world, and she did it all in a time when women weren’t expected to do anything beyond get married, have children, and take care of their home.

    →Subscribe for new videos every Monday and Thursday! https://www.youtube.com/c/biographics?sub_confirmation=1

    Vote for the Biography you want us to next. Click here to vote:
    http://biographics.org/you-choose-the-biography/

    Visit our companion website for more: http://biographics.org

    Credits:
    Host – Simon Whistler
    Author – Jamie Carter Logan
    Producer – Jack Cole
    Executive Producer – Shell Harris

    Business inquiries to biographics.email@gmail.com

    Biographies by the book, get Nellie Bly’s biography from Amazon: http://amzn.to/2AzNK1j

    Other Biographics Videos:

    Marie Curie: A Life of Sacrifice and Achievement
    https://youtu.be/AFjGrVVXuvU?list=PLy3kHTZWA8OjhReWy8qPHMXDtTr-Ezp84

    Marie Antoinette Biography: Her Own Undoing
    https://youtu.be/VO9He_KhGy4?list=PLy3kHTZWA8OjhReWy8qPHMXDtTr-Ezp84

Nellie Bly | American journalist

  • Fonte di informazioni: www.britannica.com
  • Rating: 3 ⭐ ( 7206 Rating )
  • Abbina risultati di ricerca: Nellie Bly, pseudonym of Elizabeth Cochrane, also spelled Cochran, (born May 5, 1864, Cochran’s Mills, Pennsylvania, U.S.—died January 27, 1922, New York, New York), American journalist whose around-the-world race against a fictional record brought her world renown. Elizabeth Cochran (she later added a final “e” to Cochran) received scant formal schooling. She began her career in 1885 in her native Pennsylvania as a reporter for the Pittsburgh Dispatch, to which she had sent an angry letter to the editor in response to an article the newspaper had printed entitled “What Girls Are Good For” (not much, according to the article).

Nellie Bly

  • Fonte di informazioni: www.biography.com
  • Rating: 3 ⭐ ( 3638 Rating )
  • Abbina risultati di ricerca: Nellie Bly was known for her pioneering journalism, including her 1887 exposé on the conditions of asylum patients at Blackwell’s Island in New York City and her report of her 72-day trip around the world.

Nellie Bly (U.S. National Park Service)

  • Fonte di informazioni: www.nps.gov
  • Rating: 5 ⭐ ( 3973 Rating )
  • Abbina risultati di ricerca:

Women & the American Story

  • Fonte di informazioni: wams.nyhistory.org
  • Rating: 4 ⭐ ( 7027 Rating )
  • Abbina risultati di ricerca: Nellie Bly was a world-traveling investigative journalist who used her career to shed light on the horrors of urban life and break gender stereotypes.

Vedi altri articoli in questa categoria: Ricetta